Acqua nel nostro organismo

Bere acqua fondamentale per l'organismo di tutti noi

Acqua nell’organismo umano

L’Ingegnere Louis Claude Vincent, idrologo francese è stato docente di sicurezza e igiene alimentare.

 

Studiò e dimostrò la relazione tra malattie e la qualità dell’acqua potabile, dimostrando che dove l’acqua presentava una bassa conducibilità la mortalità era inferiore.

I parametri che definiscono la qualità dell’acqua sono principalmente 3:

  • La conducibilità dell’acqua

    La conducibilità dell’acqua è la capacità di una soluzione di condurre una corrente elettrica e indica il grado di mineralizzazione dell’acqua. I sali disciolti nell’acqua consentono il passaggio della corrente elettrica: un valore alto di conducibilità è indice di una elevata quantità di sali minerali disciolti nell’acqua.

  • Residuo fisso dell’acqua

    Il residuo fisso dell’acqua è una misura dei sali disciolti nell’acqua e indica la quantità di sostanza solida perfettamente secca che rimane dopo aver fatto evaporare una quantità nota di acqua.
    Il residuo fisso deriva prevalentemente dalla quantità di sodio, potassio, calcio, magnesio, cloruro, solfato e bicarbonato rilevata all’interno dell’acqua.

  • La durezza dell’acqua

    La durezza dell’acqua è una caratteristica naturale dell’acqua e rappresenta la concentrazione totale di Calcio e Magnesio nell’acqua, il cosiddetto “Calcare”.
    Le acque vengono classificate in base alla loro durezza come segue: acque molto dolci, mediamente dure, discretamente dure, dure, molto dure.

controllo della durezza dell'acqua

TABELLA DI VINCENT

La tabella di Vincent viene così chiamata perchè elaborata dagli studi di Louis Claude Vincent, il quale ha identificato e stabilito con valenza internazionale, i dati necessari per identificare la reale potabilità dell’acqua.

 

La tabella riassume la correlazione fra la quantità delle sostanze disciolte nell’acqua tendenzialmente composte in buona parte dai sali minerali e gli effetti più o meno diuretici sull’organismo umano, associando le disparate marche di acque oligominerali e minerali imbottigliate nel pericoloso, se mal conservato, PET.

 

 

Effetto sull’organismoDUREZZA (°F)CONDUCIBILITA’ ELETTRICA (uS/cm)CONDUCIBILITA’ ELETTRICA PRINCIPALI ACQUE MINERALI
Ottimale effetto depurativo1,4
3,2
3,7
4,4
5,0
5,7
6,2
6,9
7,5
8,2
20
50
60
70
80
90
100
110
120
130
LAURETANA16,5
PLOSE 31
AMOROSA 31
ALPI COZIE
38
SURGIVA 45
NORDA 60
SAN BERNARDO 61
SANT’ANNA 65
FRISIA 110
LEVISSIMA 123
PEJO 123
EFFETTO
DEPURATIVO
SODDISFACENTE
8,7
9,4
10,5
140
150
170
FIUGGI 200
NESSUN EFFETTO
DEPURATIVO
12,5
15,7
200
250
SAN FRANCESCO 208
PANNA 238
VERA 255
PREOCCUPANTE
EFFETTO
DEPOSITANTE
37,5
43,8
50,0
56,0
62,6
68,9
75,0
600
700
800
900
1000
1100
1200
BOARIO 757
SANGEMINI 1188
EFFETTO
DEPOSITANTE
18,7
22,1
25,0
31,1
300
350
400
500
ROCCHETTA 315
SAN BENEDETTO 400
GUIZZA 401
EFFETTO
FORTEMENTE
DEPOSITANTE
81,0
87,7
93,9
1300
1400
1500
ULIVETO 1388

ACQUA DI QUALITÀ: L’UTILIZZO DEL PURIFICATORE

I purificatori d’acqua sono strumenti che permettono di utilizzare l’acqua del rubinetto di casa, opportunamente trattata e purificata da tutte le sostanza nocive, anche se non percepibili ad occhio nudo o al gusto.

Installando un semplice purificatore, il consumatore può ottenere un’acqua dalle caratteristiche organolettiche ideali per tutti gli usi (cucinare, bere), può risparmiare sulla spesa delle bottiglie di plastica, evitando anche scomodi inconvenienti dovuti al trasporto di tali confezioni.

Grazie ai purificatori d’acqua si tutela l’organismo evitando l’ingestione di microparticelle nocive, come metalli pesanti, che, accumulandosi per medi-lunghi periodi possono avere conseguenze negative sulla nostra salute.
Per salvaguardare l'ambiente usa i depuratori d'acqua