Brioches vegane, la ricetta per tutti

Settembre 11, 2020

Le brioches vegane offrono l’opportunità di una colazione leggera e nutriente anche se l’impasto è privo di elementi come le uova, il burro e il latte.

 

Basterà disporre di ingredienti naturali come farina, acqua e del tempo da dedicare.

 

Di seguito andremo a considerare quali sono i singoli passaggi e come sia fondamentale, dare attenzione a un ingrediente come l’acqua.

 

Ingredienti delle brioches vegane

Di seguito indichiamo i principali ingredienti della ricetta per brioches per creare circa 20 pezzi.

  • 220 ml di acqua buona
  • 200 gr di farina 00
  • 350 gr di farina manitoba
  • 120 gr di zucchero di canna o semolato
  • 60 ml di olio di girasole
  • 1 cucchiaio di sale
  • 1 bustina di lievito di birra in polvere
  • aromi: vaniglia, arancia o limone
  • zucchero a velo
  • elementi per la farcitura: cacao, marmellata.

Brioches vegane, la preparazione dell’impasto

L’impasto potrà essere realizzato a mano, oppure direttamente con una planetaria, mescolando in un recipiente i 200 gr di farina 00, i 350 gr di quella manitoba e aggiungendo lentamente i 220 ml di acqua, i 120 gr di zuccheri, la bustina di lievito e uno degli aromi, per esempio vaniglia o arancia, in modo da creare un composto uniforme.

 

Nel momento in cui l’impasto inizia a essere consistente attaccandosi alle mani, oppure alla pala del macchinario, sarà necessario aggiungere un poco alla volta i 60 ml di olio di girasole.

 

Porre attenzione a non fermarsi fin quanto tutto il quantitativo di olio non sia stato assorbito.

 

A questo punto si potrà inserire il cucchiaio di sale, continuando a impastare fino a quando tutti gli ingredienti non siano perfettamente amalgamati.

acqua e farina per un buon impasto

La lievitazione delle brioches

Il composto preparato dovrà essere ricoperto con un foglio di pellicola trasparente e riposto in un luogo caldo, con una temperatura di circa 28°, per esempio il forno spento.

 

Attendere che lieviti per almeno 3 ore.

 

L’impasto sarà pronto una volta che avrà raggiunto circa il doppio del suo volume originale.

Come dare forma alle brioches vegane

Per realizzare le brioches vegane si dovrà stendere l’impasto su un piano di lavoro, aggiungendo della farina per evitare che si attacchi, e formando un rettangolo uniforme.

 

Se la pasta appare troppo morbida, sarà possibile lavorarla un paio di volte aggiungendo un pugnetto di farina.

 

A questo punto dal rettangolo creato si potrà scegliere la tipologia di forma che si preferisce.

 

Nel caso che si voglia creare una brioches vegana circolare, si dovrà suddividere l’impasto in piccoli panetti facendogli acquisire una forma circolare, lavorando la pasta in modo che sia sempre uniforme.

 

Per realizzare invece i tipici cornetti con la pasta di brioches vegana, una volta creato il rettangolo lo si dovrà suddividere in triangoli con i lati simmetrici, avvolgendo la pasta in modo da dare una forma allungata.

creare la forma delle brioches

La cottura

Ultima fase del processo è quella della cottura.

 

Le brioches vegane dovranno essere risposte su una teglia, con un foglio di carta forno e lasciate ancora a lievitare per altre due ore.

 

A questo punto sarà possibile eseguire la cottura a 180°, in forno pre riscaldato per circa 15-20 minuti, fino a quando il composto non avrà acquisito una colorazione dorata.

Alcuni consigli utili per la preparazione

Una prima considerazione riguarda la difficoltà di ottenere un impasto della giusta consistenza.

 

Rispetto alle ricette di brioches tradizionali quella vegana si contraddistingue per la mancanza di ingredienti come uova o burro al loro interno.

 

Un valido consiglio può essere quello di mantenere un poco di farina 00 da parte, circa un 30 gr, e aggiungerla sul ripiano e sulle mani mentre si completa l’impasto.

Con o senza farcitura?

Sarà possibile dare un tocco di fantasia alle ricette di brioches vegane aggiungendo al suo interno una serie di aromi come vaniglia, arancia, oppure gocce a cioccolato.

 

Inoltre si potrà decidere di gustare le brioches vuote oppure farcite, aggiungendo della marmellata oppure preparando della crema.

Realizzare brioches vegane di qualità, il ruolo degli ingredienti

Un elemento che accomuna tutte le ricette brioches è la scelta attenta degli ingredienti, dato che se si vuole realizzare un prodotto di qualità si deve partire da una materia prima di valore.

 

In particolare, la scelta delle farine e la tipologia di acqua ricoprono un ruolo determinate.

 

Perché la farina manitoba ha un ruolo forte

L’impasto delle brioches prevede la combinazione di farina 00 con la farina definita manitoba, la quale svolge un ruolo determinate per produrre la pasta soffice e morbida.

 

Le temperature basse offrono la possibilità di realizzare una farina che viene definita forte, ovvero con caratteristiche molto particolari.

 

Infatti è un prodotto ricco di glutine e di proteine vegetali e inoltre presenta una relativa resistenza alla lievitazione.

L’importanza dell’acqua nella ricetta delle brioches

La presenza dell’acqua è indispensabile per amalgamare le varie sostanze e realizzare un composto che non sia troppo morbido.

 

L’acqua in base alla tipologia di fonte da cui proviene, contiene una percentuale di calcio, sali minerali, cloruri e bicarbonati, disciolti in essa durante il suo percorso.

 

Per garantire che sia priva di sostanze indesiderate, nell’acqua del rubinetto è presente anche un disinfettante a lungo spettro come il cloro.

 

L’insieme di questi elementi deve essere sempre in perfetto equilibrio, dato che in caso in cui vi sia un’eccedenza di una di essi si avranno degli effetti non sempre ottimali.

Brioches vegane di qualità: l’utilizzo del depuratore d’acqua domestico

Avere la certezza che dal rubinetto fuoriesca acqua buona, microbiologicamente pura, è indispensabile per realizzare le brioches vegane.

 

Ma come ottenerla in modo costante a casa propria?

 

In questa prospettiva acquisisce un ruolo determinate l’utilizzo di un depuratore acqua domestico.

 

Il suo funzionamento è davvero semplice, dato che il depuratore permette di personalizzare le singole caratteristiche dell’acqua eliminando le sostanze indesiderate.

 

Il procedimento avviene in automatico, basterà aprire il rubinetto per avere sempre la sicurezza che l’acqua sia buona.

l'importanza dell'acqua nella preparazione delle ricette

Brioches vegane e Acqualife

Acqualife è un’azienda che negli anni si è specializzata nella creazione di strumenti innovativi e funzionali per la depurazione dell’acqua in modo naturale.

 

Grazie ai suoi depuratori domestici a osmosi inversa si avrà la certezza di disporre, dal proprio rubinetto di casa, sempre di un’acqua buona e di qualità.