orecchiette fatte in casa con Acqualife

Orecchiette fatte in casa, la ricetta per tutti

Condividi subito con un amico:

Le orecchiette fatte in casa rispecchiano l’unicità della cucina italiana, una ricetta in cui si uniscono un’abilità manuale con la tradizione culinaria di una regione come la Puglia.

Un piatto che può adornare un pranzo o una cena, in qualunque periodo dell’anno, grazie alla possibilità di variare i condimenti.

Di seguito andremo a vedere come fare le orecchiette a mano.

Orecchiette fatte in casa: la ricetta

Di seguito indichiamo gli ingredienti necessari per la ricetta delle orecchiette fatte in casa per due persone:

  • acqua: 200 ml
  • Semola di grano duro: 400 g
  • Sale fino: un cucchiaino

Orecchiette fatte in casa: la preparazione

Il primo passo è quello di versare i 400 g di farina di semola di grano duro in un unico punto, formando una montagnella, su un tagliere di legno ampio.

Con le mani sarà necessario creare uno spazio interno come riproducendo una fontana.

La lavorazione e la lievitazione delle orecchiette

A questo ponto, si dovrà versare a piccole dosi i 200 ml di acqua a temperatura ambiente all’interno della fontana, impastando con le dita di volta per volta la farina fino a far assorbire il liquido e creare un unico impasto di forma circolare.

Si dovrà fare attenzione a non lasciare grumi, ma ottenere un composto omogeneo che dovrà essere lasciato a lievitare per circa 15 minuti.

la ricetta per la preparazione delle orecchiette fatte in casa

La creazione delle orecchiette

Trascorso il tempo necessario si dovrà procedere a lavorare l’impasto esclusivamente con le mani.

Basterà prendere una parte del composto e stenderla formando dei rotolini che siano lunghi circa 10 cm e spessi un centimetro.

In caso in cui sia necessario si potrà cospargere il tagliere di un pizzico di farina in modo da evitare che si attacchino alla superficie.

Dal filoncino creato, con un coltello, si dovranno tagliare delle piccole porzioni della larghezza di 1 cm.

Dare forma alle orecchiette

La caratteristica principale delle orecchiette è quella di avere una forma concava e circolare.

Ma come realizzarla? Sarà necessario utilizzare un coltello a punta tonda e a lama liscia, con il quale creare una leggera pressione su un pezzettino di pasta e in contemporanea trascinarlo indietro in modo da formare una specie di conchiglia.

Infine con attenzione si dovrà girare la pasta creando la tipica orecchietta.

Alcuni consigli utili per la corretta preparazione

La procedura delle orecchiette fatte in casa all’inizio potrà sembrare complicata, data la richiesta di una certa manualità, ma basterà un po’ di pazienza e pratica per poter ottenere un formato unico.

Le orecchiette sono un piatto che può essere condito in maniera molto varia, sia con vegetali, carne e pesce.

Per ottenere sapori intensi e genuini, sarà indispensabile scegliere con attenzione la tipologia di semola, che dovrà essere esclusivamente di grano duro rimacinato e l’acqua.

L’importanza dell’acqua nella realizzazione delle orecchiette

Il ruolo dell’acqua è determinate per creare un impasto uniforme e che abbia il giusto equilibrio di sapori.

Infatti l’acqua potabili che esce dal rubinetto contiene al suo interno una serie di sostanze che possono variarne le sue proprietà, come calcio, sali minerali, magnesio, sodio ed elementi chimici.

In base alla loro percentuale presente nel liquido si potrà avere anche una modifica nei sapori delle orecchiette.

Infatti un’acqua troppo dura, quindi molto ricca di calcio, renderà più difficoltoso creare un impasto uniforme e inoltre darà al composto un leggero sapore dolciastro.

Invece, se nell’acqua sono presenti un eccesso di magnesio e sali minerali, in questo caso si potrà avere un retrogusto amaro che sarà potenziato dalla cottura delle orecchiette e che potrà essere difficilmente compensato da una salsa.

Nell’acqua sono presenti anche sodio e cloruri che sono elementi indispensabili per il benessere dell’organismo umano, tipica delle fonti calcaree.

L’eccesso di questi elementi determina una maggiore sapidità del composto per le orecchiette fatte in casa, che potrà coprire il gusto finale.

A questo si deve aggiungere l’eventuale eccessiva presenza di cloro, un elemento chimico utilizzato per eliminare dall’acqua germi e batteri nocivi che possono causare danni all’organismo con la diffusione di patologie.

In questo caso l’acqua avrà un sapore amaro e un odore sgradevole, rendendo altrettanto spiacevole quello delle orecchiette.

Orecchiette fatte in casa e Acqualife

Per avere la sicurezza che la ricetta delle orecchiette fatte in casa esprima tutti i sapori di un piatto unico, è indispensabile affidarsi a un’azienda come Acqualife specializzata nella proposta di depuratori d’acqua domestici ad osmosi inversa.

Grazie a questi strumenti, sarà possibile in maniera semplice e automatica avere un’acqua sempre potabile, pura e soprattutto di qualità, perfetta per tutte le ricette di cucina.

acqua leggera per cucinare con Acqualife

Condividi subito con un amico: