Bonus Idrico 2021, i nuovi incentivi sull’acquisto di depuratori domestici

Gennaio 26, 2021

Al via un nuovo incentivo relativo alle spese sostenute per l’acquisto di purificatori acqua, sistemi di filtraggio e mineralizzazione.

 

Privati e aziende potranno beneficiare di un credito di imposta del 50% grazie al Bonus Idrico 2021.

Che cos’è il Bonus Idrico 2021?

La Legge di Bilancio 2021 approvata lo scorso 30 dicembre, introduce nuovi incentivi per le spese sostenute per sostituire rubinetti e sistemi idrici in grado di aumentare il risparmio d’acqua.

 

Inoltre, prevede un credito d’imposta anche per gli acquisti nell’ambito di sistemi di filtraggio, depurazione e mineralizzazione dell’acqua.

 

La commissione dell’Ambiente alla Camera, ha infatti intenzione di finanziare i progetti di riqualificazione idrica con un fondo di 10 milioni di Euro, grazie al nuovo Bonus Acqua 2021.

 

La misura vale complessivamente 5 milioni di euro per ciascuno dei due anni di validità (2021-2022) ed è rivolta sia alle famiglie che alle partite iva.

 

Nello specifico, il contributo prevede un credito d’imposta del 50% sulle spese sostenute per l’acquisto di un erogatore dal 1 gennaio 2021, fino a 1000€ per i soggetti privati e fino a 5000€ per chi possiede un’attività economica.

 

Le informazioni sugli interventi effettuati dovranno poi essere trasmesse all’agenzia Enea per il monitoraggio.

 

Passaggio, questo, per il quale è necessario un provvedimento dell’Agenzia delle Entrate entro il 31 gennaio.

Un incentivo alla sostenibilità che parte dall’acqua

Si tratta di un importante riconoscimento che promuove stili di vita più sani e sostenibili, invitando gli italiani a usufruire dell’acqua proveniente dagli acquedotti comunali, controllata per rispettare i più alti standard igienici.

 

Grazie all’impiego di sistemi di ultrafiltrazione, microfiltrazione e osmosi inversa, l’acqua del rubinetto può essere bevuta e utilizzata per cucinare in totale sicurezza, poiché resa leggera e di qualità.

Perché il Bonus Acqua 2021 è importante?

Il Bonus Idrico 2021 rappresenta quindi un importante traguardo poiché, per la prima volta, comprende incentivi per:

  • Depuratori domestici
  • Frigogasatori
  • Erogatori acqua gasata o liscia

Con questa manovra vengono anche riconosciuti i vantaggi legati all’utilizzo di sistemi per il trattamento dell’acqua potabile.

 

Tra i tanti benefici che ne conseguono, c’è la riduzione dei consumi di bottigliette in PET.

 

Meno bottiglie in plastica permetteranno di salvaguardare il pianeta e la salute di tutta la famiglia, grazie a una fonte di acqua pura proveniente direttamente dal rubinetto, senza plastiche né sostanze indesiderate.

bere acqua pura e leggera

I dettagli del Bonus Idrico 2021

Ulteriori specifiche e dettagli saranno emanati a giorni dall’Agenzia delle Entrate, ma la misura è già approvata, pertanto è possibile iniziare ad avvalersi di questa imperdibile opportunità.