Differenza tra depuratore d’acqua e addolcitore d’acqua

differenza tra depuratore d'acqua e addolcitore d'acqua

La differenza tra depuratore d’acqua e addolcitore d’acqua è fondamentale per poter valutare i sistemi che sono finalizzati a rendere l’acqua dolce, pura, gustosa e potabile direttamente nelle proprie case.

 

Spesso si considera che questi due strumenti siano molto simili, dato che si riferiscono a un elemento comune come l’acqua.
Le differenze tra il depuratore dell’acqua e l’addolcitore sono però sostanziali.

 

Comprenderle può essere molto importante al fine di poter effettuare una scelta oculata e mirata alle proprie esigenze.

Perché utilizzare un depuratore o un addolcitore

L’acqua che arriva nelle nostre case è quella che viene definita acqua dolce, potabile e pura. Con questi termini si identifica l’acqua che può provenire da fonti differenti, come fiumi, laghi, sorgenti e che attraverso i sistemi di smistamento idrico, ovvero l’acquedotto, giunge a nostra disposizione nelle case.

 

L’acqua è pura dato che è stata ripulita di batteri e sostanze differenti prelevate dal terreno, dalle rocce e dalle piante, che nel suo percorso si sono sciolte al suo interno.

 

Inoltre viene definita potabile, dato che è stata trattata in modo da non nuocere alla salute dell’essere umano e quindi può essere ingerita e utilizzati per altri scopi.

 

Ovviamente l’acqua contiene ancora dei minerali e delle sostanze igienizzanti come il cloro, il calcio e il magnesio.

 

A cosa può quindi servire uno strumento come l’addolcitore o il depuratore?

 

La differenza è importante dato che ambedue gli elementi intervengono al fine di rendere l’acqua migliore.

Il depuratore d’acqua: il processo di osmosi

Quando si parla di depuratore d’acqua si fa riferimento al concetto di depurazione. Con questo termine si considera l’eliminazione da un elemento liquido di sostanze che possono alterarne la sua qualità.

 

Nel caso dell’acqua quindi un depuratore interviene al fine di eliminare eventuali residui chimici, metalli pesanti, terreno, sabbia e sostanze nocive che possono essere presenti al suo interno.

 

Potresti a questo punto domandarti quale possa essere l’utilizzo di un tale strumento all’interno delle nostre abitazioni, dato che l’acqua dovrebbe giungere già controllata e perfettamente allo stato puro. In realtà per essere certi al cento per cento della qualità dell’acqua dolce che bevete avrete bisogno di un depuratore.

 

Questo può essere installato sia direttamente all’entrata del contatore che sotto il lavandino della cucina. Grazie alle nuove tecnologie, gli apparecchi sono poco ingombranti e molto pratici da installare.

Ma come funziona il sistema di depurazione?

 

Di seguito analizziamo i due procedimenti:

  • processo di microfiltrazione:

    la depurazione attraverso la microfiltrazione è utile per esempio nel caso di acque che già siano potabili, ma si vuole avere la certezza di eliminare eventuali sostanze nocive e batteri che possono essere entrati nel circuito idrico.
    Il liquido passa attraverso dei filtri che hanno lo spessore di 0,5 micron e che trattengono i microrganismi. L’utilizzo di carbone attivo permette di depurare l’acqua rendendola pura;

  • processo di osmosi inversa:

    questo sistema prevede invece l’utilizzo di membrane osmotiche che sono molto più sottili e selettive, eliminando quindi qualunque forma di metallo pesante, residuo di terreno, sabbia e batteri che possono modificare la qualità dell’acqua.

Inoltre la filtrazione osmotica permette di eliminare anche il cloro dando un sapore differente all’acqua

acqua depurata da bere buona grazie ai depuratori d'acqua a osmosi inversa

L’importanza di un’addolcitore: la durezza dell’acqua

La durezza dell’acqua è un termine che spesso si sente quando si parla della qualità dell’acqua. È un valore che indica la quantità di ioni di calcio e di magnesio che sono presenti all’interno dell’acqua dolce.

 

La presenza di queste sostanze è spesso collegata alle presenza di particolari minerali o metalli che sono sciolti al suo interno e che ne influenzano il suo sapore e la qualità.

 

Utilizzare dei sistemi finalizzati ad addolcire l’acqua può essere molto utile, soprattutto al fine di tutelare anche gli strumenti che sono utilizzati in maniera quotidiana all’interno delle nostre abitazioni.

 

Infatti il calcio e il magnesio sono la causa principale della produzione del calcare, il quale può produrre dei danni su materiali, incrostando superfici che danneggiano le lavatrici, lavastoviglie, boiler e scaldabagni, ma anche al benessere del proprio corpo.

Come si addolcisce l’acqua

Per ridurre la quantità di calcio e magnesio presente all’interno dell’acqua è possibile utilizzare lo strumento chiamato addolcitore che non interviene sulla purezza del liquido, ma sulla sua qualità, riducendo quindi in maniera drastica e definitiva la sua durezza.

 

Il procedimento avviene per mezzo di resine cationiche. L’acqua attraversa piccoli granelli di colore giallo, presenti nell’addolcitore e carichi di sodio.

 

Per mezzo di questo filtraggio il calcio e il magnesio viene scambiato con il sodio. Quindi nell’acqua si elimineranno questi minerali e si aggiungerà una percentuale di ioni di sodio. L’acqua in questa maniera diventa meno dura e leggera.

acqua dolce senza calcare grazie agli addolcitori

I vantaggi di utilizzare un depuratore e un addolcitore

All’interno della propria abitazione si potrebbe utilizzare la differenza tra depuratore dell’acqua e addolcitore dell’acqua al fine di poter avere un’acqua pura e di qualità.

 

Infatti la depurazione riguarda il primo aspetto, mentre per ciò che concerna l’addolcimento dell’acqua si fa riferimento a una qualità differente dell’acqua.

 

Combinando i due elementi si avrà quindi un serie di vantaggi:

  • sicurezza: con un depuratore d’acqua sarete sicuri al 100% che al suo interno non siano presenti elementi inquinanti e tossici;
  • durezza: l’addolcitore elimina dall’acqua calcio e magnesio riducendone le sua pesantezza. Un eccesso di queste sostanze può essere negativo per la salute del nostro corpo;
  • gusto: attraverso questi strumenti l’acqua acquisisce un gusto gradevole e può essere anche personalizzata;
  • economicità: grazie a un addolcitore e al depuratore dell’acqua si avrà la possibilità di eliminare l’acquisto di bottiglie dato che si otterrà un acqua pura. Inoltre si riduce il calcarle che si forma all’interno degli strumenti della vita quotidiana diminuendo i costi di manutenzione.

Il depuratore e l’addocitore Acqualife

Poter depurare la vostra acqua e addolcirla con strumenti che siano altamente preformati con poca manutenzione e semplici da installare è possibile grazie ai depuratori e agli addolcitori d’acqua Acqualife.