il ciclo dell'acqua, un fattore naturale

Il ciclo dell’acqua come avviene?

Condividi subito con un amico:

Il ciclo dell’acqua consiste nel rinnovare continuamente l’acqua sulla terra in  4 frasi : evaporazione, condensazione, precipitazione e infiltrazione.

Come funziona il ciclo dell’acqua?

ciclo dell'acqua come avviene, dalla evaporazione, alle precipitazioni e alle infiltrazioni nel terreno

1) Il primo passo è l’evaporazione dell’acqua

Il ciclo dell’acqua parte dal mare.

L’acqua dei mari, fuori, piante e esseri viventi,  viene  riscaldata dal Sole che attraverso i propri raggi riesce a far passare l’elemento dallo stato liquido allo stato gassoso.

Questa fase viene identificata con il nome di evaporazione.

Una volta avvenuta la trasformazione da acqua a vapore, quest’ultimo essendo leggero sale verso il cielo, accumulandosi a poco a poco nell’atmosfera.

2) La condensazione dell’acqua crea vapore acqueo

A questo punto, avviene la fase detta condensazione.

Il vapore acqueo accumulatosi forma le nubi, a causa delle bassissime temperature presenti all’interno degli strati più alti dell’atmosfera.

Ancora, durante questo passaggio è possibile assistere anche al fenomeno della sublimazione.

3) Il vapore acqueo diventano nuvole formando la pioggia

Il passaggio successivo viene detto precipitazione. Avviene quando le nuvole sono ormai grandi e pesanti.

D’altronde, nuvole più grandi possiedono al loro interno una vasta quantità di piccole gocce d’acqua.

Quando le nubi sono arrivate al limite, allora rilasciano una quantità d’acqua sotto forma di pioggia.

Ecco la ragione di uno dei più comuni fenomeni atmosferici, che si presenta in modo costante in tutto il mondo.

Naturalmente, quando le temperature sono estremamente basse, l’acqua rilasciata dalle nuvole si trasforma in neve o addirittura grandine, dal momento che durante il suo percorso per arrivare sul terreno, riesce a solidificarsi in breve tempo.

4) La pioggia si deposita e si infiltra sulla terra, ripartendo dal primo punto

Infine, l’ultima fase viene detta dell’infiltrazione. L’acqua che cade sulla Terra va a depositarsi nei mari, nei laghi oppure nei fiumi, pronta per ricominciare il ciclo di nuovo.

Una gran parte di pioggia comunque, si posiziona nel terreno e riesce ad infiltrarsi in profondità.

In questo modo, questa porzione d’acqua riesce ad alimentare quelle che sono le falde acquifere presenti nel sottosuolo. Riuscendo a scorrere nelle profondità della Terra tra le rocce ed in alcuni casi attua un processo di trasformazione che la porta ad essere acqua minerale completamente naturale.

riscaldamento globale nel ciclo dell'acqua

Che cos’è il ciclo dell’acqua?

Il ciclo dell’acqua non è altro che il “corso vitale” di quest’elemento che si rinnova in modo continuo.

Questo processo è importante che avvenga in quanto garantisce il rinnovamento dell’acqua, altrimenti andrebbe esaurita una volta utilizzata.

Non a caso, l’acqua del pianeta cambia costantemente, passando tra uno stato a l’altro, attraversando le diverse fasi:

  • fase liquida
  • fase gassosa
  • fase solida

Partendo dai mari o correnti d’acqua, al cielo per poi ritornare sulla terra, questo ciclo è conosciuto anche come ciclo idrologico.

Video di animazione realizzato dalla Zanichelli editore per spiegare al meglio il percorso dell’acqua durante il suo ciclo

Il ciclo dell’acqua, un processo naturale

È davvero straordinario comprendere come il nostro pianeta sia capace di riprodurre acqua in modo naturale, senza aver bisogno dell’intervento umano.

Grazie a tale processo, gli esseri umani possono essere sicuri di poter ottenere acqua in quantità praticamente illimitata.

Questo processo dovrebbe farci pensare quanto questi fenomeni naturali sono fondamentali per l’uomo e per la terra e appunto per questo è importante  non inquinare l’ecosistema.

Condividi subito con un amico: