Acqua per calcoli renali

acqua per calcoli renali

Il disturbo dei calcoli renali è caratterizzato dalla formazione di piccole aggregazioni di sali minerali nell’apparato urinario provocando forti dolori;
scopriamo come provare a prevenire il problema imparando a bere acqua buona per combattere i calcoli renali

Quale acqua bere per prevenire i calcoli renali ?

Secondo recenti statistiche i calcoli renali colpiscono una persona su sette.

Benchè si tratti di una patologia non eccessivamente comune, mangiare e bere in modo sano può prevenirne la comparsa.

 

Per combattere, dunque, efficacemente i calcoli renali, e per favorirne la naturale espulsione, l’acqua è un elemento fondamentale.

 

Per aiutare chi soffre di calcoli renali  e diminuire la problematica della formazione di ulteriori  calcoli è consigliata l’assunzione di acqua pura e sana,  questa è considerata una vera e propria cura naturale.

 

mangiare sano e bere acqua per contrastare i calcoli renali

Quale acqua è consigliata per espellere i calcoli renali ?

Bere molto aiuta non solo a ridurre la formazione dei cristalli di sali nella vescica ma favorisce la diluizione dell’urina, nonché facilità l’espulsione dei calcoli.

 

La migliore acqua per calcoli renali non deve per forza essere quella minerale imbottigliata, ma può essere adatta anche quella del rubinetto di casa purché filtrata.

 

Per contrastare la comparsa dei calcoli, infatti, è consigliata un’acqua diuretica per i reni, un’acqua cioè povera di sodio, di sali di magnesio, calcio e calcare.

 

Anche quella che sgorga dal rubinetto delle nostre abitazioni può essere perfetta.

acqua consigliata per aiutare ad espellere i calcoli renali

 

Attenzione al residuo fisso e al sodio per chi soffre di calcoli renali

Chi soffre di calcoli renali deve prestare molta attenzione al residuo fisso dell’acqua.

Ma cos’è il residuo fisso nell’acqua?

Il residuo fisso è la quantità di sali (che si trovano naturalmente nell’acqua) disciolti in un determinato quantitativo di acqua.

 

Ogni acqua minerale ha la sua percentuale di sali contenuti al suo interno e quindi ha il suo indice di residuo fisso.
Le acque con residuo fisso più basso sono dette dolci e contengono una minore concentrazione di sodio.

 

Appare chiaro che bere acqua con basso residuo fisso sia importante per chi soffre di calcoli e per prevenirne la comparsa. L’acqua consigliata  deve  essere pura, con una concentrazione minima di sodio e un basso residuo fisso.

Un depuratore d’acqua può prevenire la formazione dei calcoli renali

Anche l’acqua del rubinetto può essere presa in considerazione in tutta sicurezza purché sia pura e filtrata.

In quest’ottica l’utilizzo di depuratori d’acqua domestici può aiutare ad ottenere un’acqua ideale per contrastare la formazione i calcoli renali.

 

Questi sistemi ad uso domestico consentono infatti di abbassare il residuo fisso dell’acqua dell’acquedotto, offrendo acqua pura e fresca ma soprattutto di qualità.

 

I depuratori d’acqua, in pratica, consentono di filtrare l’acqua e purificarla da sostanze nocive e batteri, addolcirla nel residuo fisso e renderla piacevole al gusto.

Tutto questo attraverso processi di microfiltrazione fisica e chimica, che non alterano il gusto dell’acqua ma la rendono pura e sicura da bere ma soprattutto la rendono l’acqua ideale per  combattere i calcoli renali.

 

Esistono differenti tipologie di depuratori in grado di adattarsi alle esigenze specifiche di ogni famiglia:

  • Depuratori acqua ad osmosi inversa
  • Addolcitori
  • Sistemi di microfiltrazione

Sistemi che offrono acqua pura e sana, che consentono di abbattere il costo dell’acquisto di bottiglie di acqua, riducono la produzione di rifiuti di plastica e contrastano il deposito di calcare nelle tubazioni e negli elettrodomestici. Il tutto a prezzi competitivi che garantiscono un risparmio nel tempo duraturo.

Semplici regole per prevenire il problema dei calcoli renali

Ci sono alcune regole che non solo aiutano a prevenire la comparsa della calcolosi ma che favoriscono anche il superamento della fase di espulsione dei cosiddetti “sassolini”.

Ecco dunque i suggerimenti principali per chi soffre di calcoli renali:

  • Bere almeno due litri di acqua al giorno
  • Assumere una buona quantità di frutta e verdura
  • Integrare i liquidi assunti attraverso l’acqua anche con altre bevande come tisane o centrifugati
  • Seguire una dieta priva di ossalati (contenuti ad esempio nel caffè, tè e succo di pompelmo, mela e mirtillo)
  • Non trattenere l’urina, ma effettuare frequenti minzioni

mangiare e bere bene per combattere i problemi dei calcoli renali

Acqualife alleato per il tuo benessere e un aiuto per i calcoli renali

La possibilità di avere ogni giorno acqua pura, dolce ma soprattutto sicura a casa propria è dunque una cosa preziosa.
Acqualife, leader nel mercato dei depuratori di acqua domestici, mette a disposizione molteplici soluzioni per offrire acqua di qualità direttamente dal rubinetto di casa.

 

I depuratori e purificatori di acqua Acqualife consentono di purificare e togliere tutte le impurità dall’acqua con sistemi avanzati in grado di adattarsi a ogni esigenza. I purificatori d’acqua lavorano principalmente con la tecnologia ad osmosi inversa o microfiltrazione in modo da garantire la rimozione completa di calcare, cloro e soprattutto metalli pesanti dall’acqua delle nostre casa.

 

Ecco perché i depuratori Acqualife, dispositivi efficienti, sicuri e certificati, rappresentano un valido aiuto per avere acqua per calcoli renali in casa propria in modo economico e pratico. Ma anche per offrire acqua pura e sana a tutta la famiglia, per un benessere alla portata di tutti.