Bottiglia di plastica e il suo riutilizzo, è sicuro per l’uomo?

Molte persone svuotano e riempono le stesse bottiglie di plastica continuamente . Ma è sicuro riutilizzare la bottiglia di plastica ?

Molti adottano questo comportamento, pensando che le bottiglie di plastica siano sempre sicure, anche dopo il loro primo utilizzo,ma è così?

La plastica una volta utilizzata non sempre è sicura, anzi a volte può favorire il proliferare di batteri.

 

Le bottiglie di plastica e i loro materiali di realizzazione.

La prima cosa da non sottovalutare è che le bottiglie di plastica vengono realizzate per uso alimentare e quindi sicure per l’essere umano, ma, a seconda del materiale, a vote non sono idonee per il loro riutilizzo.

 

Alla base delle bottiglie di plastica, si trovano dei codici che rappresentanoe il materiale con cui sono realizzate.

 

Molti pensano che il codice sia riferito a quante volte la plastica è stata riutilizzata, ma è errato.

 

Questo numerino è fondamentale per le fasi di smaltimento e per sapere la loro composizione: ecco qui di seguito la lista delle plastiche e dei codici corrispondenti.

 

Numero 1 PET

Polietilene tereftalato, utilizzato per i contenitori usa e getta e prevalentemente per le bottiglie di plastica, è una plastica molto leggera e flessibile, è consigliato non utilizzare questa plastica più di una volta perchè può presentare in pessime condizioni di utilizzo contaminazioni batteriche.

Numero 2 HDPE

Polietilene ad alta densità, usato maggiormente per contenitori più rigidi come saponi e detersivi e sono meno soggette a contaminazioni esterne.

Numero 3 PVC

Cloruro di polivinile. Questo materiale viene utilizzato per la realizzazione degli imballi alimentari, ed è sconsgliato il suo acquisto in quanto è un materiale che rilascia alcune componenti chimiche, utilizzato anche nell’industria delle costruzioni.

Numero 4 LDPE

Polietilene a bassa densità, è una plastica flessibile e non può essere utilizzata per confezionare prodotti alimentari. Principamente questo materiale viente o veniva utilizzato per sacchetti e buste, prima dell’avvento di quelle biodegradabili.

Numero 5 PP

Polipropilene, utilizzato per confezionare i cibi delicati, è una plastica resistente e leggera resistente ad alte temperature. È un ottimo materiale contro l’umidità.

Numero 6< PS

Polistirene, viene utilizzato come “protettore” per gli elettodomestici bianchi, proteggendo gli articoli dagli urti. Lo stesso materiale può essere utilizzato per piatti e bicchieri di plastica. Importante, non sottoporre questo materiale a fonti di calore, in quanto le sostanze che rilascia possono essere nocive.

Numero 7 OTHER

Sono plastiche costituite da 2/3 materiali e in questo gruppo si trovano tutte le plastiche che non sono state nominate precedentemente.

Quindi si possono riutilizzare le bottiglie?

Come specificato anche sopra, le bottiglie di plastica sono pensate e realizzate per essere utilizzate una sola volta, e quindi raramente è consigliabile riutilizzarle nuovamente.

 

Con molte probabilità la nostra bottiglia avrà già subito molti sbalzi di temperatura durante il suo stoccaggio e durante il suo consumo e questo facilita, nella plastica, a una più probabile proliferazione di batteri.

 

Una buona alternativa potrebbero essere le bottiglie di vetro o le borracce di materiali consoni, facendo sempre attenzione che non siano scheggiate o rovinate.

 

L’ambiente e la bottiglia di plastica

Oltre a capire la composizione della plastica, bisogna prendere in considerazione anche l’impatto ambientale di esse.

 

Il PET, utilizzato maggiormente per le bottiglie di plastica comuni, è un materiale non biodegradabile, cioè non viene assorbita dal terreno, rimanendo intatta anche fino a 1000 anni.

 

Questo comporta un inquinamento ambientale in cui sostanze chimiche presenti nell’ambiente causano problematiche all’ecosistema, non solo nell’atmosfera ma anche nell’acqua e nel terreno.

 

La plastica infatti rilascia delle sostanze nocive che a contatto con il suolo, penetrano in profondità, raggiungendo anche le riserve di acqua sotterranee.

 

In Italia l’inquinamento è molto alto, inoltre essendo il Mediterraneo un mare chiuso, più della metà dei rifiuti di plastica, torna sulle coste.

 

Questa invasione porta danni alti a vari settori dal cibo, alle industrie fino al turismo.

 

inquinamento dalle bottiglie di plastica

Consigli utili per il riutilizzo alternativo delle bottiglie di plastica

Se proprio si ha la necessità di riutilizzare le bottiglie di plastica, lavarle accuratamente ed evitare di metterle nella lavastoglie, in quanto ricordiamo che le alte temperature sono dannose per il tipo di plastica di cui sono composte.

 

Una soluzione invece contro l’impatto ambientale potrebbe essere quella di riciclare la plastica in modo anche alternativo e moderno :

  • realizzare lampade: formando con la plastica dei “petali” si possono formare bellissime lampade colorate;
  • vasi: con l’orto verticale e non solo, si possono utilizzare le bottiglie di plastica come vasi, creando decorazioni particolari per il balcone;
  • porta oggetti o porta penne: dei simpatici porta oggetti da posizionare sulla scrivania al lavoro o a casa

Queste soluzioni sono momentanee in quanto prima o poi il loro smaltimento dovrà avvenire e causerebbe in ogni caso un inquinamento.

Ma nel frattempo potreste sbizzarire la vostra fantasia con tanti oggetti utili.