Tisane, come prepararle valorizzando lo loro efficacia

tisane fatte in casa

Le tisane sono delle preparazioni di acqua aromatizzate da parte di piante trattate.

 

La loro somministrazione è per via orale e negli ultimi tempi si parla sempre più frequentemente delle tisane e dei loro utilizzi anche a fini terapeutici.

 

Ma la cosa più importante che non bisogna mai dimenticare è che è bene ci sia una corretta fase di preparazione: in questo modo il risultato sarà garantito.

Come preparare una tisana

Il primo elemento che va considerato quando si parla di tisana è chiarire di cosa si tratti.

 

Infatti essa non è altro che una bevanda che si ottiene scaldando dell’acqua che andrà mescolata con gli aromi naturali.

 

Questa va scaldata all’interno di appositi bollitori ad una temperatura che vada tra i 90 e i 95 gradi.

 

Tutte le sostanze naturali con cui dare sapore agli infusi vanno messe all’interno della tazza con un filtro infusione oppure con delle bustine filtro usa e getta, prima di versare l’acqua calda: ecco perché essa andrà immessa al suo interno in maniera omogenea così da far prendere il giusto sapore alla tisana.

 

Questo stesso filtro o filtro infusione va preferibilmente lasciato all’interno della tazza con acqua calda per un tempo che può arrivare fino ad un massimo di 8-9 minuti.

 

Una volta trascorso, con il cucchiaino si può spremere la bustina del filtro così da far uscire il liquido col sapore delle erbe.

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Tisana zenzero e limone

tisana allo zenzero Facendo un giro in un’erboristeria o anche su un sito web nei rivenditore di questi prodotti non si può fare a meno di notare la diffusione delle tisane zenzero e limone.

Ce ne sono tante e con varie concentrazioni.

 

Ingredienti per la tisana allo zenzero e limone

  • un cucchiaino di zenzero grattuggiato
  • succo di limone
  • una tazza d’acqua

 

Come preparare la tisana allo zenzero

Mettere a bollire l’acqua è la prima cosa da fare prima di procedere con l’aggiunta dello zenzero che andrà lasciato per un tempo di 15 minuti in ebollizione.

 

Al termine si può aggiungere alla tisana del limone, purché non lo si faccia quando è bollente poiché la vitamina C tenderebbe a degradarsi.

La tisana è ottima da consumare anche in periodo primaverile o con l’inizio della stagione più fredda.

 

I benefici dello zenzero e limone

La tisana zenzero e limone porta  numerosi benefici, lo zenzero è in grado di aiutare la digestione , aiuta ad allievare il raffredore e i sintomi influenzali, ottimo anche come antidolorifico.

Il limone, invece, è ricco di vitamina C e anche esso aiuta ad alleviare i sintomi influenzali.

Inoltre  è un rimedio naturale depurativo del tratto intestinale.

 

Tisana depurativa al finocchio e menta

tisana depurativa al finocchio e mentaDepurare il proprio organismo in determinati periodi dell’anno è senza dubbio un’ottima soluzione per essere sempre in forma ed evitare di accumulare pericolose tossine nell’organismo.

 

Ecco perché vale la pena considerare la possibilità di usare delle tisane depurative che possano garantire la capacità di eliminare scorie del metabolismo e tutto ciò che di negativo viene assimilato con l’alimentazione.

 

Ingredienti per la tisana al finocchio e menta

  • 25 grammi di foglie di carciofo
  • 20 grammi di tarassaco
  • 15 grammi di malva
  • 25 grammi di finocchio
  • 15 grammi di menta

 

Come preparare la tisana depurativa al finocchio

Vanno versati in un pentolino 250 ml di acqua con un cucchiaio raso delle erbe aromatiche. Si mette a bollire per un massimo di 5 minuti dopodicché va spento il fuoco, coperto il pentolino e lasciato in infusione per una decina di minuti. Dopo aver filtrato si può bere.

 

Andrebbe consumata preferibilmente la mattina e la sera a stomaco vuoto. E soprattutto sarebbe bene usarla per un periodo più lungo una tisana depurativa, almeno 20-30 giorni consecutivi.

I benefici della tisana al finocchio

La ricetta per la preparazione di questa tisana depurativa contiene ingredienti che hanno dei benefici comuni.

Tutti infatti aiutano la digestione e hanno proprietà depurative, cioè aumentano l’escrezione delle sostanze tossiche presenti nell’organismo.

La malva ha anche proprietà antinfiammatorie e il tarassaco aiuta per la ritenzione idrica

 

Tisane rilassanti alla camomilla

tisane rilassanti alla camomillaÈ bene prendere in considerazione anche la possibilità di adoperare delle tisane rilassanti per il proprio benessere non solo fisico, ma anche mentale.

 

Infatti ci sono diversi mix di erbe naturali che si possono usare con scopo di rilassamento.

 

Il risultato è eccellente in quanto si tratta di prodotti concentrati di principi attivi che agiscono molto bene.

 

Ingredienti per la tisana rilassante alla camomilla

  • camomilla (deve essere biologica, disponibile anche nei comuni supermercati)
  • acqua

 

Come preparare la tisana rilassante alla camomilla

dopo 5 minuti di ebollizione dell’acqua essa va aggiunta per poi spegnere il fuoco e lasciare riscaldare per un’altra decina di minuti coprendo il pentolino.

 

Si può addolcire con del miele e può essere consumata nell’arco della giornata, oppure in quantità maggiori la sera, prima di andare a dormire.

I benefici  della camomilla

La camomilla produce un rilassamento muscolare, utile nel caso di crampi intestinali o cattiva digestione, e in caso di stress o tensione da una sensazione di rilassamento.

Inoltre ha delle proprietà antinfiammatorie per guarire congiuntiviti, irritazioni del cavo orale ed è utilizzata come rimedio lienitivo.

 

Infusi drenanti per dimagrire al tarassaco e betulla

infusi al tarassaco e betullaUna delle mode del momento è senza alcun dubbio quella delle tisane drenanti.

Esse permettono di smaltire quei liquidi in eccesso che, soprattutto nelle donne, possono diventare un problema.

 

La cosa più importante che bisogna sottolineare è che questo tipo di infuso è molto semplice da preparare anche in casa.

 

Tra le tisane drenanti una di quelle che ha la maggiore efficacia è senza dubbio quella con tarassaco e betulla.

 

Ingredienti per la tisana drenante al tarassaco

  • 50 grammi di tarassaco
  • 25 grammi di foglie di betulla
  • 25 grammi di ortica
  • acqua per infusione

 

Come preparare l’infuso drenante

Prendete il tarassaco, betulla e ortica nell’acqua bollente: questi vanno lasciati per un tempo di 7 minuti in infusione. A questo punto si filtra e la si può consumare in quantità di quattro tazze al giorno.

L’effetto drenante è eccellente.

I benefici del tarassaco e della betulla

Il tarassaco possiede proprietà depurative e favorisce l’eliminazione delle scorie, ottimo sopratutto per il fegato e i reni.

La betulla, invece, ha proprietà diuretiche e depurative e viene utilizzato per la cura dell’ipertensione  e combatte la ritenzione idrica

 

Tisane dimagranti per perdere peso alla curcuma e zenzero

tisane dimagranti alla curcuma e zenzeroCi sono dei periodi dell’anno in cui il corpo tende ad assumere quantità di cibi non propriamente salutari e soprattutto non del tutto benefici per la linea.

Ecco perché è fondamentale usare le giuste contromisure come delle tisane dimagranti. In particolar modo si può pensare a quelle che abbiano una buona azione bruciagrassi, permettendo di velocizzare il metabolismo di questi nutrienti particolarmente temuti.

 

Ingredienti per gli infusi dimagranti alla curcuma e zenzero

  • alloro (un paio di foglie)
  • curcuma (10 grammi circa di polvere)
  • radice di zenzero
  • limone in succo.

 

Come preparare la tisana dimagrante

Dopo aver messa a bollire l’acqua, vanno pulite la radice di zenzero e le foglie di alloro che vanno poi aggiunte insieme a limone per un tempo di ebollizione di 10 minuti.

Trascorsi questi si passa all’aggiunta della curcuma che ha bisogno di 5 minuti di ebollizione per diffondersi.

 

Il tutto tenendo poi 10 minuti in infusione prima di filtrare e sorseggiarla. La si può dolcificare con un cucchiaino di miele o con della stevia, ma il sapore è gradevole anche se assoluta.

I benefici delle spezie Curcuma e Zenzero

La curcuma e lo zenzero sono spezie che in abbinato portano a numerosi benefici, quali ad esempio, hanno proprietà antiossidanti, responsabili dell’invecchiamento cellulare.

Favoriscono la digestione , stimolano l’intestino e bruciano i grassi e i carboidrati in modo più intenso.

 

Tisane a freddo

Per l’estate invece le tisane a freddo possono essere un ottimo rimedio alla calura e soprattutto garantiscono un’efficiente idratazione al corpo.

 

Infatti ci sono diverse possibilità per essere certi di non bere prodotti che aumenteranno il senso di sete per via della presenza di zuccheri.

Una degli infusi a freddo migliori da poter preparare anche a casa propria è quella che viene chiamata Cold Brew.

 

La prima cosa da fare per preparare le tisane a freddo,  è utilizzare un filtro monouso da the vuoto e riempirlo con la tisana preferita. Successivamente va riempita una brocca con un litro d’acqua e immerso il filtro al suo interno facendo ben attenzione a chiuderla.

 

A questo punto la stessa brocca la si può riporre nel frigorifero e aspettare per un tempo medio di 5 ore.

 

Una volta trascorso questo tempo si può procedere con la rimozione del filtro che avrà dato sapore all’infuso presente nella brocca.

 

La si può bere fresca in ogni momento della giornata: nelle ore più calde sarà un piacere estasiante.

tisane a freddo fai da te

L’importanza dell’acqua per fare la tisana

Ci sono dunque tante possibilità per preparare una tisana saporita e benefica in casa.

 

Ma la cosa più importante è fare attenzione all’utilizzo dell’acqua idonea.

 

L’importanza dell’acqua è un elemento da non sottovalutare è non deve  contenere concentrazioni eccessive di cloro.

 

Meglio dunque prediligere acqua di montagna che ha tendenzialmente quantità di questo minerale molto basse.

 

Dunque l’acqua deve essere fresca, pura, limpida e soprattutto oligominerale: perciò la cosa migliore per chi ama preparare le tisane in casa è quella di munirsi di un apposito bollitore a temperatura controllata.

 

Gli infusi vanno comunque sempre preparate con acqua portata ad ebollizione ad una temperatura tra 90 e 95 gradi.

 

Non bisogna far bollire troppo l’acqua in quanto le conseguenze sui minerali presenti nelle sostanze naturali potrebbero rivelarsi particolarmente deleterie.

 

La cosa principale è perciò quella di non prolungare per molto tempo la bollitura che abbassa la quantità di ossigeno nell’acqua: il che determinerà che i composti aromatici possano perdere perfino il loro profumo originale.

preparazione delle tisane fatte in casa

Acqua leggera per i tuoi infusi

Una delle caratteristiche migliori che deve avere, in conclusione, l’acqua per la preparazione di una tisana è quella di essere leggera.

 

Il che significa che non deve mai essere carica di minerali che potrebbero dar vita ad una serie di reazioni chimiche particolari con i principi attivi presenti nelle sostanze naturali.

 

Fino a dover considerare che l’acqua, quanto più leggera sia, permetterà di esaltare le caratteristiche intrinseche degli ingredienti di un infuso.

 

Si può perciò affermare che il vero e proprio segreto per una deliziosa tisana è quello di usare dell’acqua leggera che faccia in modo che possa rivelarsi una delizia per il palato.

 

Non è un mistero che gli amanti degli infusi facciano particolare attenzione all’acqua da utilizzare piuttosto che alla combinazione di gusti da scegliere per la propria bevanda.

 

Appare evidente che basta poco per sorseggiare una tisana molto saporita, purché non si tralascino dettagli apparentemente futili.

acqua leggera per la preparazione delle tisane