Addolcitore acqua domestico e il suo utilizzo in casa

Gennaio 10, 2020

Dai rubinetti di ogni abitazione l’acqua potabile che scorre e che quotidianamente viene utilizzata per scopi domestici e alimentari, contiene residui calcarei e vari sali minerali cristallizzati.

 

Si tratta di sostanze che non solo si vanno accumulando nei tubi e nelle serpentine degli elettrodomestici ma, con il tempo, riescono a danneggiarli in maniera irreversibile.

 

Installare un addolcitore acqua domestico è la soluzione ideale per evitare qualsiasi danno alle cose e prevenire problemi alla pelle.

 

Cosa contiene l’acqua potabile che scorre dai rubinetti?

L’acqua, prima di arrivare ai rubinetti delle case, parte dalla sua sorgente e attraversa diverse tipologie di terreno: il contenuto di calcare non solo varia incredibilmente durante tutto il suo percorso ma dipende anche dal tipo di suolo attraversato.

 

Dall’acquedotto essa poi arriva nelle case ma la rete di approvvigionamento non è uguale nello stesso territorio geografico e nelle zone della città, per cui accade che l’acqua che scorre in due abitazioni ha diverse concentrazioni di calcare.

Acqua dolce e acqua dura

La quantità di sali calcio e di magnesio nell’acqua definisce l’acqua dolce o dura: la prima ha un contenuto minimo di calcare, la seconda è decisamente molto calcarea.

 

Le proprietà e le caratteristiche dell’acqua sono, quindi, estremamente diverse.

 

L’acqua dura è la responsabile del calcare che si deposita negli impianti domestici, minando la normale efficienza energetica di elettrodomestici come lavatrice e lavastoviglie, oltre che riducendo la loro capacità di pulizia.

 

Le conseguenze sono un consumo energetico abnorme e un eccessivo spreco di sapone, detergenti e detersivi.

 

Ci si può rendere conto di quanto sia calcarea l’acqua, quando i bicchieri appaiono opachi, bicchieri e pentole presentano aloni bianchi, la biancheria non è del tutto pulita, i tessuti in lana si infeltriscono, sulle piastrelle e sui sanitari del bagno si deposita parecchio calcare.

 

Il calcare disciolto nell’acqua comporta conseguenze negative anche sull’epidermide: viene alterato l’equilibrio di idratazione naturale della pelle che si secca e i capelli risultano danneggiati.

 

Come evitare che la durezza dell’acqua rechi danni alle cose e alla salute?

 

Installare un addolcitore acqua domestico è il sistema migliore per risolvere le problematiche che nascono dall’acqua calcarea.

 

È anche la soluzione ideale per eliminare il calcare dall’acqua perché la priva della forte carica di calcio e dall’eccesso di magnesio. Non solo: l’addolcitore dell’acqua apporta vantaggi per la manutenzione degli elettrodomestici e per il risparmio energetico, garantendo un buon funzionamento degli impianti idrici.

acqua dolce e acqua dura la differenza

Come funziona un addolcitore acqua domestico?

Il funzionamento dell’addolcitore di acqua è abbastanza semplice.

 

L’acqua entra dentro l’addolcitore e viene filtrata dalle resine con ioni positivi, cariche di sodio: esse trattengono il calcare, lasciando uscire l’acqua addolcita.

 

Quando le resine raggiungono la saturazione, vengono rigenerate dal sistema elettronico di funzionamento dell’addolcitore che calcola i tempi e il volume di acqua alla perfezione, tra un processo di rigenerazione e l’altro.

 

Durante il processo di rigenerazione le resine vengono risciacquate da una soluzione di salamoia che le carica di sodio e le scarica dal calcare che rimane trattenuto durante l’uso dell’addolcitore.

Quali benefici si ottengono con l’installazione di un addolcitore per acqua?

Tutti gli elettrodomestici della propria casa trarranno vantaggi dall’installazione di un addolcitore di acqua perché non saranno intasati da calcare.

Spesso la presenza di calcare nella lavastoviglie e nella lavatrice rovina le serpentine in maniera irreparabile che nemmeno il costoso intervento di un tecnico per la loro manutenzione riesce a risanarle.

 

La presenza di un addolcitore di acqua la renderà molto leggera e più adatta al suo consumo quotidiano: sarà molto più buona da bere.
Anche la pelle del corpo trarrà giovamento in quanto ritroverà il proprio equilibrio e i capelli saranno meno secchi.

 

Il consumo di detersivi, ammorbidenti e detergenti calerà notevolmente: l’acqua priva di calcare permetterà l’uso di programmi di lavaggio brevi, con conseguente risparmio energetico.
L’intero bucato sarà più pulito e si potrà percepire la sua morbidezza; piatti e stoviglie risulteranno più brillanti e i bicchieri non saranno opachi.

 

Con l’installazione di un addolcitore di acqua, inoltre, la caldaia non andrà incontro a incrostazioni da calcare che ne limita l’efficienza: da ricordare che un buon riscaldamento dell’acqua calda comporta un risparmio energetico oltre il 20%.

addolcitore acqua domestico per la caldaia

Scegliere l’addolcitore di acqua adatto

Prima di scegliere l’addolcitore di acqua è necessario conoscere con precisione la durezza dell’acqua, la quantità di calcare presente e il consumo medio di acqua quotidiano (considerando le persone presenti in famiglia).

 

Il calcolo è semplice e una volta individuati tali misure, si è in grado si scegliere l’addolcitore adatto alla propria casa.

acqua addolcita con gli addolcitori domestici