Togliere il calcare dalle superfici. Scopri cosa fare.

Maggio 28, 2020

Togliere il calcare dalle superfici di casa è qualcosa che spesso ci richiede tempo e fatica. Solitamente se non si utilizzano i prodotti più adatti non si riesce ad ottenere il risultato richiesto.
Ma come fare? Di seguito proponiamo alcune soluzioni semplici, rapide e soprattutto efficaci.

 

Togliere il calcare dall’acqua, cos’è e cosa sapere

L’acqua del rubinetto contiene una serie di elementi, come il calcio e i sali minerali, sostanze necessarie al benessere del nostro organismo e che in base alla tipologia di provenienza dell’acqua possono essere presenti in quantità maggiore o minore. Per identificare la percentuale di questi solidi si utilizza un termine specifico: durezza dell’acqua. Il calcare si forma attraverso un processo chimico che porta il calcio disciolto a trasformarsi in carbonato di calcio, come conseguenza del riscaldamento dell’acqua. Il problema sussiste quando la durezza dell’acqua è elevata e quindi vi è troppo calcio all’interno di questo liquido. È una sostanza facilmente riconoscibile, dato che si forma all’uscita di tutti i rubinetti e sulle superfici in contatto con l’acqua, ha un colore quasi sempre biancastro, ma che può avere anche tonalità rossastre se per esempio è presente del materiale ferroso.

Quali sono gli effetti del calcare sulle superfici

Il calcare non è visibile direttamente nell’acqua, ma compare nel momento in cui il liquido evapora lasciando gli elementi solidi contenuti in esso sulle superfici. Eliminarlo è importante per evitare la presenza di macchie antiestetiche, ma anche dal punto di vista igienico.
Infatti nel calcare si aggiungono elementi organici che vengono inglobati e possono proliferare, oltre a batteri e microbi che rendono la qualità dell’acqua meno pura.

Inoltre l’eccesso di calcare può portare a diverse conseguenze:

  • Effetti su pelle: l’eccesso di calcare sulla pelle implica una sensazione di secchezza, con la formazione di una patina opaca che limita la sua ossigenazione.
  • Effetti sui capelli: un’acqua troppo ricca di carbonato di calcio può portare, come conseguenza diretta, l’irritazione del cuoio capelluto e perdita della lucentezza dei capelli.
  • Effetti sulle superfici: le superfici in acciaio e in ceramica sembrano rimanere opache anche se pulite.
  • Effetti sugli elettrodomestici: il calcare si sedimenta sulle resistenze dei piccoli e grandi elettrodomestici, portando a un consumo energetico maggiore, e inoltre a un sovraccarico dei motori e danni alle guarnizioni e alla meccanica.

gli effetti negativi del calcare sulla pelle

Le soluzioni per togliere il calcare dall’acqua

Per come togliere il calcare sarà necessario avere a disposizione un prodotto che abbia la funzione di sciogliere le incrostazioni che si sono formate. Oggi in commercio sono presenti numerosi prodotti anticalcare già pronti per l’uso. È giusto sapere che sarà possibile anche impiegare elementi naturali, come l’aceto, il limone, e il bicarbonato, combinandoli tra di loro al fine di creare un detergente.

Togliere il calcare dal ferro da stiro con  l’utilizzo dell’aceto

Il ferro da stiro è uno dei piccoli elettrodomestici che subiscono in maniera significativa l’effetto del calcare a causa delle alte temperature a cui opera. Una soluzione semplice a tale problema può essere quella di utilizzare una combinazione di acqua e aceto di vino bianco in egual misura.

 

Basterà riempire il serbatoio di questo composto e attendere 30 minuti. Una volta fatta questa operazione, bisognerà accendere il ferro da stiro ed eliminare tutto il liquido con la fuoriuscita del vapore.

Eliminare il calcare dal vetro, dal bicarbonato all’acido citrico

Per eliminare il calcare dai vetri come quelli delle docce, gli specchi, oppure le finestre, si potrà combinare l’utilizzo dell’acido citrico presente nel limone, oppure acqua e bicarbonato.

Basterà aggiungere un certo quantitativo di questi elementi in una bacinella d’acqua e immergere un panno preferibilmente in microfilla, per poi passarlo sul vetro , asciugando successivamente la superficie. Nel caso in cui le incrostazioni siano particolarmente resistenti, le due sostanze potranno essere combinate.

Rimuovere il calcare da rubinetti e dal lavello della cucina

L’utilizzo frequente dei rubinetti e del lavello della cucina, porta inevitabilmente alla formazione di grosse quantità di calcare.

 

Il metodo più rapido e veloce è quello di combinare l’effetto del bicarbonato con il limone, creando una miscela acida da unire in un recipiente d’acqua. L’effetto che si otterrà è doppio, dato che da un lato si elimineranno le formazioni di carbonato di calcio, dall’altro l’acciaio Inox di rubinetti e lavelli acquisterà di nuovo lucentezza.

Nel caso in cui si debbano pulire le bocche dei miscelatori, sarà possibile smontarli e riporli all’interno della soluzione per alcune ore.

 

Allontanare il calcare dalle superfici del bagno

Se si combina aceto di mele, bicarbonato e acqua si potrà creare un composto molto utile al fine di eliminare le macchie di calcare, anche quelle più resistenti, che si formano sulle piastrelle della doccia, oppure sulle fontane e gli igienici dei bagni.

Basterà immergere un panno in microfibra in una bacinella contente questa miscela e passarla sulla superficie, ottenendo il risultato di pareti perfettamente pulite e splendenti.

Eliminare il calcare con l’addolcitore d’acqua: caratteristiche e funzionamento

La soluzione ideale per togliere il calcare in modo efficace e senza dover effettuare continue manutenzioni o pulizie delle superfici, è di intervenire direttamente sulla composizione dell’acqua.

 

Utilizzare un  addolcitore d’acqua è una soluzione ottimale.

Il suo funzionamento prevede l’impiego di particolari sali in grado di evitare la formazione di calcare. L’acqua che passa attraverso l’addolcitore non pèermetterà di formare il clacare garantendo quindi un’acqua ottimale per tutti gli usi casalinghi.

Il suo utilizzo poterà tantissimi vantaggi, con una lunga vita agli elettrodomestici di casa, eliminazione totale del  calcare e una sensazione di benessere sulla pelle.

Infine un addolcitore offre anche un grosso risparmio economico.

caratteristiche e funzionamento di un addolcitore d'acqua sanitaria

Acqualife e le soluzioni per eliminare il calcare dall’acqua

Disporre di d’acqua di qualità e potabile con la giusta percentuale di sali nella propria casa è possibile grazie ai prodotti Acqualife.

Grazie all’addolcitore d’acqua, l’azienda offre un prodotto accessibile a tutti, semplice da utilizzare e soprattutto efficace al fine di togliere il calcare dall’acqua.