ACQUA POTABILE E LE SUE CARATTERISTICHE

caratteristiche acqua potabile

L’acqua potabile è quella che si può bere senza alcun pregiudizio per la salute.
Le caratteristiche dell’acqua potabile sono parametri chimici e biologici che sono stabiliti dalla legge per garantire l’incolumità degli individui.

Le caratteristiche dell’acqua potabile: un valore per l’uomo

L’uomo, al pari degli altri esseri viventi, è legato all’acqua per la sua sopravvivenza , ma anche per l’agricoltura, l’allevamento e le attività economiche.

 

Il nostro corpo è per la maggior parte formato da acqua quindi il digiuno idrico non può essere protratto per più di due o al massimo tre giorni.
Le caratteristiche fisiche e chimiche dell’acqua potabile sono quindi fondamentali per l’uomo.

Questa non contiene calorie ma l’idratazione di organi e tessuti è indispensabile per la vita.

 

Il contenuto di acqua negli individui varia a seconda dell’età, è maggiore nei bambini ed è ridotta negli anziani.

I bambini hanno una percentuale di acqua presente nell’organismo pari al 75%, mentre al raggiungimento della terza età la sua presenza nel corpo è pari a circa il 50%.

L’acqua potabile per il nostro organismo

L’acqua viene assunta attraverso gli alimenti, tuttavia questa non è sufficiente a soddisfare il nostro fabbisogno giornaliero.

 

È opportuno bere almeno un litro e mezzo di acqua al giorno per essere in buona salute.

 

Le caratteristiche dell’acqua potabile per il nostro organismo la rendono indispensabile per la nostra sussistenza;

Il contributo che l’acqua offre al nostro corpo è infatti di varia natura.

  • Aiuta la digestione
  • Regola la temperatura corporea
  • Elimina le tossine
  • Consente la circolazione del sangue
  • Protegge i tessuti, gli organi e le articolazioni
  • Trasporta le sostanze nutritive
  • Aiuta la respirazione
  • Brucia i grassi

Alcuni utilizzano l’acqua per dimagrire, ne bevono due bicchieri prima di pranzare e cenare per ottenere senso di sazietà e ridurre più facilmente le quantità di cibo da assumere.
In questo modo rendono la dieta ipocalorica meno impegnativa.

 

Negli anni l’uomo ha dato all’acqua anche un forte valore simbolico. Ad essa infatti si fa spesso riferimento come ad un elemento in grado di purificare il corpo e lo spirito, creando un legame tra l’umano ed il divino.

caratteristiche dell'acqua per un qualità migliore della vita

Gli organi competenti a valutare le caratteristiche dell’acqua potabile

L’acqua potabile è incolore, inodore, insapore, limpida e innocua.

L’ultimo termine definisce un limite importante per l’uomo perché stabilisce che, anche se ci sono dei microrganismi disciolti nell’acqua, essi non devono essere nocivi per la salute.

La normativa italiana infatti definisce dei limiti di tolleranza relativi all’assunzione di determinati elementi.

 

Si tratta di sostanze contaminanti che, anche se presenti in tracce, vengono valutate con grande attenzione per la qualità dell’acqua.

I requisiti della potabilità dell’acqua sono stati stabiliti dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) e sono stati accolti e condivisi anche a livello comunitario.

 

L’Italia ha approvato il decreto n.31 del 2001 con il quale ha recepito le direttive comunitarie.

Il decreto prevede quali siano le caratteristiche per potere stabilire la potabilità dell’acqua e indica anche gli organi che sono preposti ai controlli per assicurare la sicurezza dei cittadini su tutto il territorio nazionale.

Gli enti individuati dalla normativa sono deputati a prelevare i campioni di acque e ne verificano la conformità sulla base dei parametri chimici, fisici e microbiologici. Il giudizio di idoneità dell’acqua viene dato dall’Azienda Sanitaria Locale che predispone piani annuali per la frequenza dei controlli.

 

Le Regioni invece elaborano un piano di controllo per tutti gli impianti, anche per quelli domestici. La competenza regionale interessa invece la determinazione dei punti di prelievo e la frequenza del loro campionamento che non può essere inferiore a quello stabilito dalla legge.

 

caratteristiche dell'acqua potabile incolore, insapore e inodore

Acqua potabile, parametri da tenere in considerazione

La composizione dell’acqua dipende non solo dalla sorgente, ma anche dal terreno sul quale scorre.

L’acqua è un solvente ed un reagente.

Gli elementi che si trovano nel territorio si miscelano e alcuni reagiscono tra loro formando dei composti.

L’inquinamento, l’industrializzazione, ma anche l’agricoltura e l’allevamento possono quindi determinare le caratteristiche dell’acqua e influenzarne la potabilità.

La normativa stabilisce che determinati elementi chimici miscelati con l’acqua non possono superare determinate quantità. I parametri dell’acqua potabile sono importanti perchè alcuni fattori possono essere dannosi per la salute.

Il controllo dell’acqua potabile è quindi uno strumento di protezione e una garanzia per il cittadino.

Alcuni elementi sono particolarmente controllati

  • Piombo: non può superare i 10 microgrammi per litro
  • Arsenico: non può superare lo 0.01 milligrammi per litro
  • Mercurio: non può superare 1 microgrammo per litro
  • Nichel: non può superare i 20 microgrammi per litro

La frequenza dei controlli crea una forma di protezione molto efficiente perché può rilevare con sicurezza anche l’esistenza sostanze che tendono a crescere nel tempo.

Ciò attiva un sistema di prevenzione della salute pubblica a maglie ancora più strette, anche se non si raggiunge il limite stabilito dalla legge. Le caratteristiche dell’acqua potabile sono quindi stabilite dalla legge.

Residuo fisso, un paramentro importante per l’acqua potabile

Per residuo fisso si intende la quantità di sali minerali e oligoelementi che sono contenuti in un litro di acqua.

Il consumatore deve conoscere il residuo fisso presente nell’acqua che beve.

Questo principio deve essere rispettato dagli imbottigliatori di acque minerali che ne devono segnalare i diversi elementi sull’etichetta. La stessa prescrizione si deve applicare anche all’acqua del rubinetto la cui composizione viene resa pubblica attraverso la comunicazione periodica che viene fornita dal gestore idrico e anche nei siti web delle autorità comunali e regionali.

Il residuo fisso si ottiene riscaldando il campione d’acqua fino alla temperatura di 180°C.

In base al residuo fisso contenuto l’acqua, questa si divide in

  • Minimamente mineralizzata: residuo fisso inferiore o uguale a 50 milligrammi al litro, ideale per espellere i calcoli renali
  • Oligominerale: residuo fisso compreso tra 50 e 500 milligrammi al litro, ottima per favorire l’azione diuretica
  • Medio minerale: residuo fisso compreso tra 500 e 1.500 milligrammi al litro, molto ricca di minerali
  • Ricca di sali minerali: residuo fisso superiore a 1.500 milligrammi al litro, è utilizzata a fini curativi e solo su consiglio medico.

Le caratteristiche dell’acqua potabile sono quindi diverse ed è molto importante conoscerle per migliorare la propria salute.

La durezza dell’acqua ,altra importante caratteristica

La durezza dell’acqua,esprime il contenuto totale di ioni di calcio e magnesio e  si misura in gradi francesi, è determinata dalla presenza di carbonati. In particolare il calcio e il magnesio possono essere presenti in percentuali molto alte e l’acqua è potabile solo fino a 50 gradi francesi.

La durezza dell’acqua nei comuni italiani è un problema sia per gli impianti industriali che per le caldaie, i circuiti di raffreddamento e i rubinetti delle abitazioni che possono essere danneggiati dai minerali. Questi sono anche determinanti per stabilire la quantità di detersivo da utilizzare per la lavatrice e la lavastoviglie.

 

Nel caso di acqua dura si deve utilizzare una quantità di detersivo doppia rispetto all’acqua dolce per lavare la stessa quantità di oggetti o di biancheria e influisce negativamente sui processi di lavaggio.

 

Acqualife migliora la qualità dell’acqua

I depuratori d’acqua Acqualife si servono del processo di osmosi inversa per migliorare la qualità dell’acqua, offrendo un acqua sana pura e sicura.

 

Quest’ultima risulta più buona e anche più leggera assicurando un’adeguata protezione delle tubature e degli elettrodomestici della casa che sono liberi dai depositi minerali.

migliorare l'acqua potabile