Come e quando bere acqua calda

Bere acqua calda può essere vantaggioso per la salute del corpo?

La risposta a questa domanda è positiva. Recenti studi e ricerche hanno posto in evidenza i vantaggi che l’assunzione di questo liquido, a una determinata temperatura, può portare al benessere fisico.

 

In questo articolo andremo a considerare i singoli aspetti, in modo da comprendere come e perché bere acqua calda.

Perché bere acqua calda fa bene

Sono diversi gli studi effettuati sulla temperatura dell’acqua, e su quali possono essere gli effetti benefici sul corpo umano.

 

Nella cultura orientale, per esempio nell’Ayurvedica e nella medicina tradizione cinese, già da millenni si conosceva l’utilità dell’acqua calda.

 

Se ci si rapporta ad epoche più recenti, si può riscontrare il suo impiego anche nelle tradizioni domestiche. Di solito viene impiegata per gli effetti rilassanti, idratare e ripulire il corpo e aiutare il sistema immunitario a contrastare raffreddori, tossi, e problemi respiratori alle vie aeree.

 

Tutti fattori che sono stati oggetto di studi e di ricerche scientifiche, con prove documentate che hanno dimostrato che bere acqua calda fa bene.

Nel momento in cui la temperatura del liquido sale di qualche grado centigrado, e viene ingerita dall’organismo, si innescano diversi principi attivi vantaggiosi per il nostro corpo.

Quali sono i vantaggi di bere acqua calda

Ma quali sono i vantaggi di assumere in maniera costante l’acqua calda? Di seguito elenchiamo alcune dei vantaggi diretti sul corpo, e sul benessere di un individuo.

 

Migliora il metabolismo

Bere acqua calda può contribuire a migliorare il controllo del peso, intaccando i depositi di lipidi e producendo un effetto dimagrante.

 

L’acqua calda contribuisce a mantenere una temperatura corporea adatta ad accelerare il metabolismo basale, e a stimolare il consumo calorico, riducendo i depositi di lipidi che con il tempo possono portare a diverse problematiche alla salute.

 

Aiuta la digestione

Nel momento in cui si assume un alimento, inizia il processo digestivo con un maggior afflusso di sangue e un aumento della temperatura dello stomaco (che normalmente si aggira intorno ai 38°).

 

Assumere acqua calda non rallenta la digestione, anzi la stimola, riducendo gli acidi e i succhi gastrici dello stomaco. Contribuisce inoltre all’assorbimento delle sostanze nutrienti.

 

La temperatura dell’acqua permette anche di intervenire sul processo di smaltimento di alcune sostanze, come i grassi insaturi, semplificandolo e velocizzandolo.

 

Migliora la circolazione del sangue

L’acqua calda interviene anche sul sistema circolatorio, grazie alla riduzione dei depositi di grasso che vengono sciolti, migliorando l’elasticità di vene e di vasi sanguigni.

 

Interviene sul sistema nervoso

Grazie a un’assunzione costante, si avrà una riduzione delle tossine presenti negli organi con un miglioramento delle reazioni muscolari, contribuendo al rilassamento dell’organismo e ad allontanare lo stress e il senso di pesantezza nei muscoli.

 

Aumenta il livello di idratazione

L’assunzione di acqua è indispensabile per l’idratazione del corpo.

 

In particolare l’acqua calda permette alle cellule di assumere più facilmente le sostanze nutritive, limitando la formazione di rughe e agendo anche sulla formazione di tossine che possono portare a un invecchiamento precoce.

i benefici di bere acqua calda

 

Aiuta a depurare l’organismo

L’acqua calda contribuisce ad aumentare la temperatura del corpo, stimolando la produzione di sudore attraverso la quale vengono eliminate le tossine della pelle, con l’effetto di renderla più lucida e morbida.

 

In questo modo, l’acqua calda interviene in modo diretto nel combattere la formazione di acne e brufoli.

 

Essa ha anche effetto diretto sul cuoio capelluto, grazie all’idratazione, rendendo i capelli morbidi e lucenti e al contempo combattendo la formazione della forfora.

 

Migliora il sistema immunitario

Può essere un utile rimedio per combattere tosse e raffreddore, dato che il calore produce effetti positivi sulle mucose.

 

Grazie all’aggiunta di altre sostanze, come miele e limone, può anche lenire irritazioni alla gola o la sensazione di chiusura del naso.

 

Combatte stitichezza

Bere acqua calda a digiuno permette di stimolare le attività intestinali e dare regolarità all’organismo, migliorando in questo modo il benessere fisico.

Cosa vuol dire bere acqua calda

L’acqua è un bene primario, ciò vuol dire che un essere vivente (in particolare un corpo umano), necessita di una certa percentuale al giorno di questo liquido.

 

Bere acqua fa bene, ma deve essere potabile. Significa che al suo interno non devono essere presenti agenti inquinanti, che possano danneggiare l’organismo umano.

 

Inoltre avrà una sua purezza, un colore, una limpidezza, un sapore, un odore specifico e una temperatura particolare.

 

Cosa significa quindi bere acqua calda? Il termine fa riferimento alla sua gradazione termica, in rapporto all’ambiente circostante.

Quando e come assumere acqua calda

L’acqua deve essere assunta in maniera costante, in modo da permettere una continua idratazione nell’arco della giornata.

 

Se si vogliono ottenere i benefici indicati, può essere utile abituarsi a bere l’ acqua calda a prima mattina (per esempio prima di fare colazione), contribuendo a stimolare l’azione sul metabolismo e sull’intestino.

 

Importante resta stabilire il quantitativo necessario di acqua da bere, in rapporto alla temperatura esterna e alle proprie attività. Questo equilibrando tra un certo numero di bicchieri di acqua calda e fredda, entrambe comunque benefiche per il corpo umano.

quando bere acqua calda

La possibilità di bere acqua calda e pura, grazie al depuratore domestico

Assumere l’acqua in maniera costante, con la sicurezza che sia sempre pura e potabile, è possibile grazie all’utilizzo di un depuratore domestico.

 

È importante considerare che questo strumento non influenza la temperatura dell’acqua. La sua funzione è quella di intervenire sulla sua qualità, purificandola da eventuali sostanze inquinanti.

 

Infatti il termine depurare fa riferimento a un processo, attraverso il quale vengono eliminati da un liquido agenti estranei e i solidi in esso disciolti.

 

Un depuratore domestico permetterà avere direttamente dal rubinetto un’acqua priva di sostanze indesiderate, agenti inquinanti, metalli pesanti e residui di sabbie.

 

Lo strumento è di piccole dimensioni, e può essere collocato direttamente all’interno di una cucina sotto il lavello, senza occupare spazio.

 

Il processo di depurazione prevede il passaggio dell’acqua attraverso una serie di membrane semipermeabili, che permettono il transito solo del liquido, bloccando i solidi disciolti e le sostanze dannose all’organismo.

 

Quali sono i vantaggi di un depuratore domestico? Di seguito elenchiamo i principali benefici:

  • acqua di qualità: il liquido avrà un sapore delicato e un ottimo odore;
  • personalizzazione: è possibile scegliere le diverse percentuali di sali e calcio;
  • semplicità: lo strumento è molto facile da utilizzare e richiede poca manutenzione;
  • economicità: non sarà più necessario acquistare acqua in bottiglia, con un risparmio elevato.
  • rispetto dell’ambiente: si ridurrà il consumo di plastica.

Bere acqua calda di qualità grazie ad Acqualife

Bere acqua calda quando si vuole, con un acqua pura e potabile.

Da anni l’azienda Acqualife offrire sistemi sempre più innovativi e tecnologici, come i depuratori domestici ad osmosi inversa.