Calcare ostinato, consigli per eliminarlo

Agosto 19, 2020

Il calcare ostinato è un’insieme di materiali presenti nell’acqua, la loro quantità ne determina lo stadio di concentrazione.

E’ una realtà con cui si combatte in casa con grande difficoltà: il calcare si riforma continuamente, con conseguenze su elettrodomestici, igiene e salute.

Eliminarlo è possibile, seguendo i giusti consigli che andremo a elencare in questo articolo.

Cos’è e come si forma il calcare ostinato

L’acqua che scorre dai rubinetti di casa presenta al suo interno una serie di sostanze che, nelle giuste quantità, sono molto utili. Purtroppo se esse sono contenute in eccesso, possono procurare una serie di danni.

 

Il Calcio, per esempio, è all’origine di una fastidiosa patina di colore biancastro (talvolta giallognolo). La patina si forma su superfici e rubinetti e prende il nome di calcare.

 

Ma come si forma questa sostanza? Il calcio normalmente rimane disciolto in acqua a temperatura ambiente.

Quando il liquido viene riscaldato, ne consegue la formazione del carbonato di calcio.

 

Il livello di calcio presente nell’acqua viene identificato con il termine di durezza: più alto è questo parametro, maggiori sono le possibilità della formazione di calcare.

Calcare ostinato perché è importante rimuoverlo

Eliminare il calcare ostinato è indispensabile, non solo per un problema di tipo estetico, ma anche per una serie di conseguenze a breve e a lungo termine:

 

  • Elettrodomestici: il calcare danneggia gli elettrodomestici, sovraccaricando i motori.
  • Effetti sulla manutenzione della casa: sarà necessario seguire una manutenzione costante di rubinetti e tubi.
  • Sull’uomo: l’eccesso di calcare nell’acqua porta a pelle secca e capelli opachi, con possibili irritazioni.
  • Conseguenze sul bucato: il bucato sembrerà sempre opaco e poco brillante, costringendo a continui lavaggi.
  • Limitata igiene: nel calcare è presente anche una percentuale di microbi e germi, causando una cattiva igiene delle superfici e cattivi odori.
  • Effetti economici: gestione economica della casa con spese aggiuntive per manutenzione e riparazioni.

il calcare nella lavatrice può portare a numerosi danni

I consigli per eliminare il calcare

Intervenire per eliminare il calcare è possibile, grazie ad alcuni consigli e utilizzando elementi presenti in casa.

 

Tra i prodotti naturali più impiegati ritroviamo limone, aceto e bicarbonato. Sono ingredienti utili per pulire vetro e ferro da stiro, varie superfici e i gabinetti.

Come togliere il calcare dal vetro

Come togliere il calcare dal vetro? Tra i rimedi casalinghi consigliati può essere molto utile impiegare un misto di acqua e limone, sfruttando le capacità dell’acido citrico di sgrassare le superfici.

 

Basterà preparare una bacinella e passare sulla superficie del vetro, con uno straccio imbevuto della mistura.

 

Se le macchie di calcare sono molto resistenti, sarà possibile anche aggiungere un cucchiaio di bicarbonato.

Togliere il calcare dal ferro da stiro

Tra i piccoli elettrodomestici maggiormente soggetti a conseguenze negative, vi è il ferro da stiro.

 

L’effetto diretto è quello di avere una riduzione o un blocco completo del vapore, con un continuo malfunzionamento dello strumento.

 

Togliere il calcare dal ferro da stiro è importante, per evitare un dispendio economico continuo e costante.

 

Una soluzione pratica e veloce è posizionare il ferro da stiro in una piccola vaschetta, immergendo solo la piastra in una soluzione di acqua e aceto di vino bianco, per un paio di ore.

 

Si può anche introdurre una certa quantità di questo composto direttamente nella vaschetta del vapore, utilizzando la funzione apposita.

 

Una volta risolto il problema, è fondamentale attendere che il ferro si raffreddi per effettuare un paio di lavaggi .

il calcare ostinato nel ferro da stiro

Calcare ostinato e superfici della cucina

Acciaio e alluminio sono tra le principali vittime del calcare ostinato, dato che dopo una pulizia veloce e l’evaporazione dell’acqua banconi e fornelli presenteranno continue macchie, così come la rubinetteria.

 

Anche in questo caso può essere utile una soluzione di acqua, limone e bicarbonato.

 

L’azione dell’acido citrico è sgrassante, permettendo di eliminare anche i cattivi odori. Il limone formerà una barriera al deposito di carbonati di calcio.

 

A questo si aggiunge l’effetto del bicarbonato. Non solo interviene sulle macchie, ma permette di ridare nuova lucentezza alle superfici.

Eliminare il calcare ostinato dal bagno

Le docce a vetri hanno la necessità di una pulizia costante, onde evitare la formazione continua di macchie di sali minerali.

Eliminare il calcare ostinato dal vetro doccia è indispensabile per avere una completa igiene delle superfici.

 

Una soluzione pratica ed efficace è quella di preparare uno spruzzatore contenente acqua, aceto e limone, utilizzandolo per pulire i vetri.

 

Altro problema, che spesso rende l’igiene del bagno incompleta, è il calcare nel wc. Esso può causare otturazioni dello scarico e i tipici segni gialli sulla ceramica del sanitario.

 

Per la pulizia è possibile impiegare acqua, bicarbonato e aceto bianco. Questa mistura agisce con un’azione abrasiva e sgrassante, migliorando la brillantezza.

Calcare ostinato e l’addolcitore domestico Acqualife

Disporre a casa propria di un’acqua sanitaria senza calcare è possibile grazie ad Acqualife e al suo addolcitore domestico, uno strumento funzionale e di piccole dimensioni.

 

L’apparecchio verrà installato all’ingresso della portata d’acqua, subito dopo il contatore principale, con un effetto sulla composizione che porterà enormi benefici.

 

L’addolcitore domestico Acqualife prevede il passaggio dell’acqua attraverso delle resine ionizzate, ovvero cariche di particelle di sodio.

 

In questo modo l’acqua avrà una durezza molto drasticamente ridotta, rispetto a quella originale.

 

Un addolcitore domestico Acqualife è molto semplice da utilizzare, permettendo di regolare la percentuale di calcio a piacimento.

 

Grazie a questo strumento, l’acqua acquisterà un sapore diverso, con una qualità elevata ed eliminando il calcare più ostinato.

 

In questo modo si otterrà un’acqua adatta a tutti gli utilizzi, dal benessere del corpo, alla salvaguardia degli elettrodomestici, dalla cucina, alla pulizia della casa e all’igiene.