Temperatura dell’acqua alla sorgente

temperatura dell'acqua alla sorgente dati che trovate nell'etichetta dell'acqua

La temperatura dell’acqua alla sorgente è senz’altro un parametro che non può mancare su ciascuna etichetta relativa all’acqua minerale.

 

Si tratta di un elemento da tenere sempre in considerazione quando si sceglie di acquistare il liquido in bottiglia di un determinato marchio.

Che cos’è la temperatura dell’acqua alla sorgente

Come già accennato in precedenza, la temperatura dell’acqua alla sorgente è un valore molto importante per la qualità di ogni tipologia di acqua minerale.

Quest’ultima va ad aggiungersi al livello di calore dell’acqua stessa al momento del prelievo e alla concentrazione degli ioni idrogeno.

 

Un elemento del genere è essenziale per stabilire se l’acqua possa essere considerata potabile o meno e va assolutamente letto sull’etichetta acqua minerale prima di effettuarne l’acquisto definitivo.
In generale, la temperatura dovrebbe essere sempre compresa fra i 6 e i 12 gradi centigradi.

 

Ad ogni modo, deve risultare ben fresca, ma mai troppo fredda e né tantomeno troppo calda. Se l’acqua esce dalle due soglie citate, non potrebbe essere messa neanche in vendita.

 

La situazione può ulteriormente migliore se ci si affida ad uno dei molteplici purificatori d’acqua in grado di renderla sempre più pulita e cristallina, oltre che porla ad una temperatura adeguata.

temperatura dell'acqua alla sorgente

 

Alcuni dei parametri che non possono mancare sull’etichetta dell’acqua minerale

Oltre alla temperatura dell’acqua alla sorgente, diversi altri fattori possono determinare la bontà di una qualsiasi bottiglia d’acqua.

L’acqua di sorgente non è altro che quella che viene prelevata alla fonte di una falda d’acquedotto di alta qualità.

 

I suoi trattamenti sono molto simili rispetto a quelli dell’acqua minerale e si piazza a metà strada fra quest’ultima e quella potabile.

È fondamentale essere in grado di comprendere tutte le voci presenti su un’etichetta acqua minerale, senza lasciare in secondo piano neanche il più piccolo dei particolari.

 

Per esempio, la sua durezza viene determinata dal contenuti in sali di calcio e magnesio, mentre il pH serve ad indicare il livello di acidità dell’acqua stessa.

Per quanto riguarda invece la temperatura alla fonte, l’acqua viene considerata fredda se scende al di sotto dei 20 gradi, mentre è termale se è compresa fra i 30 e i 40 gradi.

 

Molto importante è anche il residuo fisso, soprattutto per la ritenzione idrica e per il corretto funzionamento del metabolismo.

leggere l'etichetta dell'acqua delle bottiglie di plastica

 

Acqualife e l’importanza attribuita alla temperatura dell’acqua

In tutti i casi, per tenere sempre sotto controllo la temperatura dell’acqua alla sorgente, bisogna sapersi affidare ad una realtà consolidata nel proprio settore di competenza.

 

Un esempio positivo è senz’altro rappresentato da Acqualife, un marchio che si occupa della produzione e della vendita di depuratori d’acqua a osmosi inversa e non solo.

 

L’azienda garantisce un servizio di test gratuito dell’acqua relativo alla qualità del rubinetto, tenendo d’occhio anche la temperatura alla sorgente e facendo in modo che ciascun cliente possa dissetarsi con un’acqua di ottima qualità senza alcun rischio per la propria salute. Bastano davvero pochi e semplici passaggi per migliorare la situazione, magari avvalendosi di un esperto Acqualife in grado di chiarire qualsiasi tipo di perplessità.

 

acqua alla sorgente , la sua importanza